Venerdì 1° febbraio la compagnia padovana segnalata con una Menzione speciale al più importante premio nazionale per le formazioni emergenti della scena contemporanea. Frutto di una scrittura collettiva condivisa tra i cinque componenti della formazione, lo spettacolo racconta con graffiante ironia un universo di relazioni sentimentali e generazionali bloccato nella coazione a ripetere.

“Tre attori impegnati in monologhi che non riescono a farsi dialogo, per raccontare un universo di relazioni sentimentali e generazionali bloccato nella coazione a ripetere, come riflesso di un disagio che trova nell’ironia il viatico per una ricerca pressante di attenzione. Un testo irresistibile cui giova la presenza scanzonata di attori affiatati ed efficaci”. È con questa motivazione che la Giuria di Premio Scenario, il più importante riconoscimento nazionale per la scena contemporanea emergente, ha assegnato nel 2017 la sua Menzione Speciale alla giovane compagnia indipendente Amor Vacui per il progetto “INTIMITÀ”. Nel 2018 quel progetto è diventato uno spettacolo compiuto ed ora si prepara a sbarcare sul palco del Teatro Ferrari venerdì 1° febbraio (ore 21) all’interno del cartellone “IL TEATRO PER TUTTI 2018/19”, curato da La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale per il Comune di Camposampiero, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Veneto.

Frutto di una scrittura collettiva condivisa tra i cinque componenti della formazione padovana, tutti nati tra il 1984 e il 1989 – Lorenzo Maragoni che firma anche la regia, Andrea Bellacicco, Eleonora Panizzo, Andrea Tonin e Michele Ruol – lo spettacolo è un discorso intorno alla tendenza, all’interno delle relazioni, a ripetere sempre gli stessi schemi di comportamento. L’interpretazione è affidata ad Andrea Bellacicco, Eleonora Panizzo e Andrea Tonin, che provano ad affrontare questo tema in modo a un tempo pubblico e privato: “Perché le mie relazioni non riescono a durare?”, “Perché in una coppia mi sembra di annullare me stesso?”, “Perché sono sei mesi che non facciamo sesso, amore mio?”.

“Forse il teatro è il luogo giusto per esplorare queste dinamiche, al microscopio e al rallentatore – spiegano gli Amor Vacui, già applauditi dal pubblico del Teatri Ferrari la scorsa stagione con “Domani mi alzo presto” -. Gli attori, con il pubblico ogni sera diverso e ogni sera uguale, cercano loro stessi l’accesso a questa dimensione segreta, opposta alle nostre ripetizioni, alla solitudine, al narcisismo, alla distanza, alla formalità: l’intimità. Attori e pubblico non sanno niente gli uni degli altri, eppure sono entrambi lì, a cercare con determinazione e amore di costruire una relazione di reciproco ascolto, che ci accompagni anche e soprattutto fuori dal teatro, che entri in risonanza con le relazioni con le persone importanti per noi: con i nostri amici, con le nostre famiglie, con le nostre comunità di riferimento. Questo spettacolo, attraverso una storia forse d’amore tra attori e pubblico, vuole esplorare la ricerca di un equilibrio tra le reciproche disponibilità a lasciarsi comprendere, sorprendere, ascoltare. Vuole essere un contesto sperimentale in cui confrontarci con la nostra disponibilità ad essere o non essere: in intimità”.

Già ospite della Piccionaia al Teatro Astra di Vicenza nel marzo 2018, non è un caso se “INTIMITÀ” si prepara ora a fare tappa nel teatro camposampierese: il Centro di Produzione Teatrale veneto, infatti, in qualità di membro permanente della commissione zonale Nordest di Premio Scenario composta dai maggiori operatori teatrali del Triveneto, ha seguito l’evoluzione del progetto di Amor Vacui fino a Santarcangelo di Romagna, dove è approdato all’interno della rosa dei finalisti entrando così a far parte della cosiddetta Generazione Scenario, che raccoglie vincitori e menzioni speciali di ogni edizione. Impegnata nella promozione del teatro emergente, intercettando sul nascere le istanze artistiche più interessanti del territorio e contribuendo concretamente alla loro crescita, La Piccionaia ha scelto quindi di accompagnare la realizzazione dello spettacolo con il suo sostegno produttivo – che si è aggiunto a quello del Teatro Stabile del Veneto e alla collaborazione con Armunia Centro Residenze Artistiche Castiglioncello / Festival Inequilibrio – e attraverso l’ospitalità all’interno delle rassegne gestite.

Prevendite biglietti: a Camposampiero presso Libreria Costeniero (Via Mogno 44), Edicola Quadrifoglio (Via Giorgione 16) e Tabaccheria La Torre (Piazza Vittoria 17); a Castelfranco Veneto presso De Santi Dischi (Piazza Marconi 1)

Biglietteria al botteghino: in Teatro a partire dalle ore 19.30.
Biglietti: intero € 12, ridotto per gruppi e convenzionati € 10, ridotto under 20 € 7.
Ferrari Card: 3 spettacoli a scelta libera a € 27.

Informazioni per il pubblico e prenotazioni
telefono 366 6502085

mail info@teatroferrari.it
www.teatroferrari.it

Scarica il comunicato stampa in word
Vai alla pagina dell’evento
Vai all’evento Facebook
Galleria fotografica


Ufficio stampa:
Gloria Marini
La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale
+39 334 9187656 – gloria.marini@piccionaia.org

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *